1 2 3 Previous Next 41 Replies Latest reply on Mar 15, 2012 1:27 AM by lukaam

    Storage esterno o in locale ?

    sasab Hot Shot

      Ciao a tutti, leggendo i vari post mi sembra di capire che ultimamente sempre più spesso ci si orienta verso una soluzione che fa riferimento all'utilizzo di storage esterni (a cui si fa accesso ad esempio attraverso protocollo iscsi) piuttosto che memoriazzare le vm su dischi in locale...però vorrei capire (ovviamente a parità di prestazioni) perchè conviene (o non conviene...) utilizzare uno storage esterno piuttosto che dischi in locale ? ci sono delle linee guida ?

      Grazie...spero di non essere il solo ad avere questo dubbio amletico ! :-)

       

      -

      Salvatore.

        • 1. Re: Storage esterno o in locale ?
          Tinto1970 Master

          per poter godere di tutte le meravigliose funzioni di vsphere: HA, vMotion, etc etc.

           

          linee guida? beh in breve: lo storage deve essere affidabile così come la rete che lo connette agli host esxi

          • 2. Re: Storage esterno o in locale ?
            ldelloca Master
            vExpert

            Ciao,

            assolutamente il tuo dubbio è diffuso.

             

            Il vantaggio dello storage condiviso è appunto l'essere condiviso: con più nodi ESXi posso accedere allo stesso storage e impedire che il nodo ESXi stesso fermandosi costituisca un punto critico dell'infrastruttura.

             

            Ovviamente poi non elimino la criticità dello storage, semplicemente la tolgo dal nodo vmware e la porto sullo storage. Quindi è buona norma ridondare questi storage, dal raid dei dischi, passando per il doppio controller e il doppio alimentatore, e path ridondati per raggiungerlo, siano essi sas, iscsi o FC.

             

            Lo storage condiviso infine non è più un "lusso", ma una necessità quando vuoi sfruttare funzioni come vmotion/DRS e HA

             

             

            Ciao,

            Luca.

             

             

            --
            Luca Dell'Oca
            [Assegnare punti a una risposta utile è un modo di dire grazie]
            • 3. Re: Storage esterno o in locale ?
              sasab Hot Shot

              ..prima di tutto grazie per le risposte ricevute !

              La mia riflessione era questa...escludendo per ora il discorso vmotion & ha capisco che può essere interessante non avere come punto critico l'host esxi è pur vero (ovviamente parlo della mia realtà) che usando ovunque software per la replica/backup delle vm l'host esxi non diventa più (o meglio è al pari degli altri) un punto così critico tanto da giustificare la 'spesa' per uno storage esterno.

               

              -

              Salvatore.

              • 4. Re: Storage esterno o in locale ?
                AndreTheGiant Guru
                vExpert

                Se hai una versione free o la Essential (quindi senza HA e vMotion) lo storage condiviso non è indispensabile.

                Software di replica delle VM ci sono (ma non sono gratis) e dei buoni controller RAID ci sono a prezzi accettabili.

                 

                Se però già si pensa di crescere nel futuro allora lo storage condiviso potrebbe essere un buon investimento.

                 

                Andrea

                • 5. Re: Storage esterno o in locale ?
                  ldelloca Master
                  vExpert

                  Appoggio 100% quanto detto da Andrea, lo storage condiviso è il primo passo per crescere nella struttura. Che poi, storage condivisi di livello decente, per certe prestazioni, non costano poi tantissimo.

                   

                  Ciao,

                  Luca.

                   

                   

                  --
                  Luca Dell'Oca
                  [Assegnare punti a una risposta utile è un modo di dire grazie]
                  • 6. Re: Storage esterno o in locale ?
                    Tinto1970 Master

                    Che poi, storage condivisi di livello decente, per certe prestazioni, non costano poi tantissimo.

                     

                    dalla mia piccola esperienza, spezzo una lancia per i netapp: oltre ad andare bene hanno il rilevante vantaggio di andare bene in nfs che è il protocollo più facile da gestire e anche il più robusto in caso di rete non proprio "corazzata".

                    • 7. Re: Storage esterno o in locale ?
                      sasab Hot Shot

                      Buongiorno a tutti e grazie ancora per i contribuiti..Luca nel post precedente diceva "lo storage condiviso è il primo passo per crescere nella struttura"..per crescere in che senso ? cioè di quali dimensioni di struttura parliamo ?

                      mi chiedo e vi chiedo questo in quanto gestisco una struttura con circa 10 host esx e tra vm in produzione e repliche ci saranno all'incirca 60/70 vm e fino ad oggi non ho mai usato storage esterni per memorizzare le vm (ho sempre utilizzato HD in locale all'host esx), però non ci vedo grossi benefici se non consideriamo HA e vmotion..quindi per crescita intendiamo l'uso di queste funzionalità ?

                      capisco che si tratta di un discorso 'filosofico' però per me è comunque importante capire in che direzione andare..giusto per scherzare forse questa è più una discussione da twitter piuttosto che da forum ??? :-)

                      Buon lavoro a tutti.

                       

                      -

                      Salvatore.

                      • 8. Re: Storage esterno o in locale ?
                        Tinto1970 Master

                        gestisco una struttura con circa 10 host esx e tra vm in produzione e repliche ci saranno all'incirca 60/70 vm e fino ad oggi non ho mai usato storage esterni per memorizzare le vm

                         

                         

                         

                        io pensavo che avessi una cosa piccina con un host solo!

                        Con quei numeri usare gli storage interni è.... mi censuro

                         

                        Passa agli storage condivisi e usa vSphere come va usato, senza se e senza ma.

                        • 9. Re: Storage esterno o in locale ?
                          sasab Hot Shot

                          permettimi di dissentire..utilizzo veeam b&r e ti posso dire che fino ad oggi (faccio gli scongiuri) tutte le volte che ho avuto problemi ho potuto ripristinare la situazione in pochissimo tempo..è chiaro che avere HA sarebbe ancora meglio ma è un pò come dire che avere un sistema in cluster è sicuramente meglio che avere dei dischi in RAID (..giusto per fare un esempio veloce).

                          Se utilizzo uno storage condiviso me ne serve un secondo per avere ridondanza e mi serve vsphere con licenze tali da poter utilizzare vmotion ed HA (per carità male non sarebbe !) però anche avendo memorizzato le vm sui dischi e facendo delle replica con puntalità ed avendo degli strumenti di controllo per la gestione degli allarmi non credo sia molto differente dall'utilizzare storage..credo tutto si possa sintetizzare dicendo che se si disponde di funzionalità quali HA e vmotion allora potrebbe convenire usare storage condivisi in caso contrario grossi vantaggi non ce ne sarebbero, a questo bisogna aggiungere anche che quando parlo dell'utilizzo di hard disk parliamo sempre di HD con tecnologia SCSI e controller RAID HP o IBM.

                           

                          -

                          Salvatore.

                          • 10. Re: Storage esterno o in locale ?
                            Tinto1970 Master

                            tutte le volte che ho avuto problemi ho potuto ripristinare la situazione in pochissimo tempo

                             

                            con uno storage ben fatto avresti avuto molti meno problemi, poi certo che dipende da che fermi macchina puoi tollerare...

                             

                             

                            Se utilizzo uno storage condiviso me ne serve un secondo per avere ridondanza

                             

                            no: ti serve UNO storage che abbia ridondanza interna. se ne hai un secondo indipendente e ti si rompe il primo comunque si pianta tutto no?

                            Se ne hai uno 'robusto' ti si guasterà un pezzo ma intanto che lo ripari tutto continua a funzionare.

                             

                            Infine: usando lo starege interno ti perdi uno dei livelli di astrazione della virtualizzazione.

                            • 11. Re: Storage esterno o in locale ?
                              sasab Hot Shot

                              è giusta la precisazione di avere 1 storage ma comunque con due controller, dischi in raid etc.

                              Avendo il secondo storage se si rompe il primo non mi si pianta tutto...mi basta far partire la vm memorizzata sul secondo storage.

                              Riportando l'esempio fatto in precedenza è chiaro che avere un server in cluster è più affidabile che avere n dischi in raid però i costi che comporta avere un cluster sono decisamente più alti..ritornando al discorso delle vm a parità di costi probabilmente conviene risulta più affidabile la struttura da me indicata piuttosto che uno storage esterno ripeto però a parità di costi (sia hardware che di licenze).

                              Grazie.

                               

                              -

                              Salvatore.

                              • 12. Re: Storage esterno o in locale ?
                                Tinto1970 Master

                                è giusta la precisazione di avere 1 storage ma comunque con due controller, dischi in raid etc.

                                Avendo il secondo storage se si rompe il primo non mi si pianta tutto...mi basta far partire la vm memorizzata sul secondo storage.

                                 

                                1 storage di buona qualità, completamente ridondato, si guasta con uan probabilità molto bassa.

                                avere 2 storage intanto ti raddoppia le probabilità di guasto, poi i costi di manutenzione gestione etc etc.

                                 

                                 

                                risulta più affidabile la struttura da me indicata piuttosto che uno storage esterno ripeto però a parità di costi

                                 

                                dipende pure da cosa intendi per affidabile... io forse sono un po' fuorviato dal fatto che devo garantire il servizio 24x7x365 anche quando le macchine non sono presidiate; in una situazione dove dalle 18 del venerdi' alle 8 del lunedi' puo' stare tutto fermo che nessuno se ne accorge magari può essere diverso....

                                • 13. Re: Storage esterno o in locale ?
                                  sasab Hot Shot

                                  qualche ora di fermo la domenica posso 'permetterlo' ma non di più...però come ti dicevo quando si è presentato il problema in pochi minuti (diciamo 5 tra alert che arriva e start della vm replicata) tutti i servizi sono tornati disponibili.

                                  Concordo con te che se devi garantire 24x7x365 necessiti non solo di storage esterni ma di ben altro (struttura del ced e quant'altro) ma questo sarebbe un discorso diverso.

                                  Io vorrei soltanto capire perchè l'utilizzo di uno storage esterno garantisce più HA (giusto per capirci) rispetto all'utilizzo di storage interni...ripeto senza considerare l'uso delle funzionalità di HA offerta da vsphere e senza vmotion.

                                  Grazie.

                                   

                                  -

                                  Salvatore.

                                  • 14. Re: Storage esterno o in locale ?
                                    Tinto1970 Master

                                    Io vorrei soltanto capire perchè l'utilizzo di uno storage esterno garantisce più HA (giusto per capirci) rispetto all'utilizzo di storage interni

                                     

                                    normalmente gli storage interni sono dischi attaccati a un controller RAID. Il guasto al controller mette ko tutto e, anche una volta che lo sostituisci, non è così scontato che recuperi tutti i dati.

                                     

                                    Gli storage veri hanno doppie controller, doppi percorsi di rete o fibra, dischi affidabili, sistemi operativi dedicati e intelligenti che ti aiutano in vari modi (dal farti arrivare il disco nuovo prima che quello vecchio si rompa al fatto che se si rompe la cpu la cambi, accendi, fai un 'disk assign all' e N tera di dati sono ancora li' belli pronti).

                                     

                                    Inoltre gli storage esterni hanno capacità che quelli interni si sognano, e la possibilità di essere espansi a caldo.

                                    1 2 3 Previous Next