Giacometto
Contributor
Contributor

Virtual machine inaccessibile: "VMX file is corrupt".

Grazie a VMware Workstation Player 12 accedo da molto tempo a un sistema operativo Ubuntu a partire da un sistema operativo Windows 7. Si tenga presente che avvio questa macchina virtuale tutti i giorni e anche più volte al giorno e non ho mai avuto problemi di sorta.

Ieri mattina - nel frattempo ho già postato un messaggio alla comunity VMware internazionale, ma senza risultato - ho svuotato la cartella dei download di Windows senza rendermi conto che conteneva dei file VMware.

Quando ho provato ad avviare la macchina virtuale VMware mi ha presentato un messaggio di questo tipo (lo ricordo a memoria): "Can't open the virtual machine. The file C:\Users\pc\Documents\Downloads\Ubuntu-64bit.vmx does not exist".

Ho recuperato di conseguenza dal cestino tutti i file VMware e li ho ricollocati nella cartella Download. Ho poi provato a riavviare la macchina virtuale, ma stavolta il messaggio è stato: "Error while opening the virtual machine: VMX file is corrupt".

A questo punto, insomma, l'accesso al sistema operativo Ubuntu e al disco virtuale mi è totalmente precluso. Sono consapevole del fatto che il disco è assolutamente integro e immagino che tutto il problema si riduce all'integrità e al funzionamento del piccolo file che ho rimosso dal cestino e che poi vi ho reinserito, ma non ho la più pallida idea di dove poter mettere le mani, di cosa fare.

Il danno è piuttosto grave perché nel disco virtuale esistono dati di cui non ho backup recentissimo e soprattutto software per me di grande importanza che preferivo far girare su Ubuntu.

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che potranno darmi indicazioni utili a risolvere il problema, sempre tenendo conto che - a dirla semplice - non sono uno smanettone.

0 Kudos
4 Replies
Spaccatutto
Contributor
Contributor

Ciao,

PEnso si possa risolvere rimuovendo e ri aggiungendo il disco alla vm.

A quel punto lui dovrebbe registrarlo e rendere la vm avviabile.

Verifica anche i permessi sul file, dopo il ripristino.

PS:io mi farei una copia del file nel dubbio.

Attendiamo tue

0 Kudos
Giacometto
Contributor
Contributor

A quanto pare il problema - come mi hanno suggerito sulla lista internazionale - è che lo spostamento nel cestino dei pochi (e piccoli!) file che avevo nella cartella Download di Windows ha determinato per motivi che ho molta difficoltà a comprendere lo spostamento nel cestino e l'immediata e irrimediabile distruzione del file Ubuntu 64-bit.vmdk, cioè dell'intera macchina virtuale.

Infatti dopo che grazie a dei suggerimenti ho ricostruito nella cartella Download il file .wmx Workstation Player 12 va finalmente a cercare la macchina virtuale ma non la trova. Il messaggio ora infatti è "File not found: Ubuntu 64-bit.vmdk. This file is required to power on this virtual machine. If this file was moved, specify the new location".

Il problema è che la "new location" apparentemente non esiste: il file in questione infatti non lo trovo né nella cartella Download né nelle varie cartelle VMware presenti nel disco C:\\.

Oltre ad essere molto dispiaciuto sono molto perplesso: come è possibile che file così delicati e importanti il programma li collochi in una cartella "di servizio", apparentemente di scarsa importanza e quindi altamente vulnerabile come la cartella Download? E poi: come è possibile che rimuovendo dei file da pochissimi kb sia irrimediabilmente sparito anche un file grosso e importante come quello della macchina virtuale stessa?

Scusate le domande forse ingenue e ancora molte grazie per aver risposto.

Peppo

0 Kudos
Spaccatutto
Contributor
Contributor

Mi sembra strano che i file di pochi kb si siano cancellati...io penso che eliminando un file molto grande, windows non è passato dal cestino e ti ha chiesto direttamente se volevi eliminarlo.

Hai provato con dei software di recupero dati?

Magari riesci....

Se posso suggerirti Software recupero dati | Kroll Ontrack  provare con costa nulla...

0 Kudos
Giacometto
Contributor
Contributor

Nella mia cartella download c'erano un po' di file vecchi che volevo buttare da tempo (documenti, qualche installer) e c'erano quattro o cinque file che portavano il nome della macchina virtuale, cioè "Ubuntu 64-bit". Da quel che mi hanno spiegato alcuni di questi erano file .log, che nella mia ignoranza penso riportino la storia di quanto è successo al disco virtuale.

Inoltre uno di questi file aveva estensione .vmx ed era quello - sempre come mi hanno spiegato - che garantiva a Workstation 12 Player di reperire il disco virtuale e di aprirlo.

Io credo di aver spostato solo questi piccoli file, tanto è vero che mi pare di ricordare di non aver ricevuto il solito avviso del tipo "il file che stai spostando è troppo grosso, noi lo distruggiamo e tu poi non lo recuperi: ti sta bene?".

Quando ho riavviato Workstation 12 Player e ho cercato di aprire il disco virtuale "Ubuntu 64-bit" un messaggio mi diceva che non trovava il file "Ubuntu 64-bit.vmx" e aveva ragione perché io lo avevo buttato nel cestino. Allora ho recuperato i file dal cestino, li ho rimessi  "a posto" ma a quanto pare nei passaggi il file .vmx si era corrotto.

Dalla lista internazionale mi hanno dato indicazioni per ricostruirlo, io l'ho fatto e infatti ha funzionato in quanto Workstation 12 Player lo trova.

Il problema è appunto è che non trova più il disco virtuale, che mi dicono essere costituito dal file "Ubuntu 64-bit.vmdk", che io proprio non trovo e che mi hanno spiegato - suscitandomi però le perplessità che ti ho detto - doveva essere anch'esso nella cartella Download...

Peppo

0 Kudos