VMware Global Community
Linoxmandy
Contributor
Contributor
Jump to solution

ISCSI SAN

Ho letto che esistono due tipi di Hardware ISCSI Adapter: Dependent Hardware e Indipendent Hardware.

Non riesco a capire la differenza tra queste due categorie, e come comprendere eventuali vantaggi e svantaggi a seconda di quale Hardware si scelga/disponga.

In più vorrei sapere se una Qlogic QLE4060C faccia parte della categoria Dependent o Independent Hardware.

Reply
0 Kudos
1 Solution

Accepted Solutions
Fab75
Enthusiast
Enthusiast
Jump to solution

Quella Qlogic è sicuramente una scheda Indipendent, in quanto viene descritta come iSCSI adapter (Si', la distinzione e' stabilita da vSphere).

Sostanzialmente gli adapter Dipendent normali NICs che  in più offrono TOE e iSCSI offloading; vSphere le riconosce sia come  NIC che come iSCSI hba (al momento ho visto solo le Broadcom 5709, disponibili anche onboard su alcuni server). Sono una soluzione ibrida fra il puro  hardware e il puro software iSCSI initiator: per sfruttarle con iSCSI  devi sempre usare il software initiator, ma certe operazioni verranno svolte dalla scheda.

Non ho riscontri sulle performance, pero' visto che il software  adapter funziona egregiamente (come ti hanno confermato anche Luca e Andrea),  andrei tranquillo se me le trovassi a disposizione.

View solution in original post

Reply
0 Kudos
7 Replies
Linoxmandy
Contributor
Contributor
Jump to solution

Domanda collaterale:

a parità di condizioni (cpu, ram, numero di host, numero di switch e storage), installare un hardware ISCSI dual port (come QLE4062C) produrrebbe doppie performance di I/O?

Reply
0 Kudos
ldelloca
Virtuoso
Virtuoso
Jump to solution

Ciao,

riguardo dependent/indipendent, non ho la minima idea di cosa sia questo argomento...

Per le specifiche QLogic, ma non ci sono nel sito del produttore???

Riguardo iscsi, doppia scheda non significa doppie performance, non è una link aggregation "pura". Quello che puoi fare piuttosto è usare Round Robin e configurare opportunamente il multipathing, la rotazione dei pacchetti su tutti i path disponibili su ESXi migliora sicuramente la velocità complessiva. Ci sono post precedenti dove spiegavamo come fare questa cosa.

Ciao,

Luca.


--
Luca Dell'Oca
http://www.vuemuer.it
[Assegnare punti a una risposta utile è un modo di dire grazie]

Luca Dell'Oca | vExpert 2011-2012-2013-2014-2015-2016-2017, VCAP-DCD, CISSP #58353 | http://www.virtualtothecore.com | @dellock6 | http://www.linkedin.com/in/lucadelloca | If you find this post useful, please consider awarding points for "Correct" or "Helpful"
Linoxmandy
Contributor
Contributor
Jump to solution

Riguardo dipendent/indipendent, mi riferisco alla pagina 13 di questo doc: iSCSI SAN Configuration Guide

Questa la scheda tecnica della Qlogic: http://www.qlogic.com/Resources/Documents/DataSheets/Adapters/QLE406xC_datasheet.pdf

Non ci sono indicazioni circa la famiglia (dipendent/indipendent) cui appartengono. Credo che questa differenza sia stabilita da Vmware ESX.

Grazie per il consiglio sul roundrobin.

Reply
0 Kudos
ldelloca
Virtuoso
Virtuoso
Jump to solution

Ciao,

ho letto brevemente il passaggio che mi hai indicto, grazie.

Le schede indipendent praticamente vengono configurate da bios o comunque tramite loro strumenti, indipendentemente da vmware, che a quel punto trova già tutto configurato. Viceversa le schede dependent vengono configurate direttamente dall'interno di vsphere, un pò come si fa con gli inizializzatori software.

A mio parere meglio una scheda dependent a questo punto, così posso variare i parametri di funzionamento direttamente dall'interno di vsphere, senza ad esempio dover riavviare per entrare nel bios della scheda.

Magari altri hanno opinioni diverse, io spesso ho usato direttamente l'inizializzatore software, premurandomi unicamente di usare schede con TOE e altre funzioni disponibili.

Ciao,

Luca.


--
Luca Dell'Oca
http://www.vuemuer.it
[Assegnare punti a una risposta utile è un modo di dire grazie]

Luca Dell'Oca | vExpert 2011-2012-2013-2014-2015-2016-2017, VCAP-DCD, CISSP #58353 | http://www.virtualtothecore.com | @dellock6 | http://www.linkedin.com/in/lucadelloca | If you find this post useful, please consider awarding points for "Correct" or "Helpful"
AndreTheGiant
Immortal
Immortal
Jump to solution

Personalmente preferisco initiator software, sono molto più flessibili e la differenza di prestazioni non è così rilevente (ci sono benchmark condotti da VMware che dimostrano che è quasi pari ad un HBA hardware).

Se inizio a ragionare con HBA iSCSI, allora tanto vale iniziare a ragionare con FC... ma questo apre tutt'altro discorso.

Riguardo il TOE aggiunto, per alcune schede, in vSphere 4.1 al momento ha un difetto non da poco... non supporta i Jumbo Frame (e questi invece possono aumentare le prestazioni).

PS: ricordo a tutto che è in corso un pool per scegliere la location del prossimo VMUG IT meeting:

http://communities.vmware.com/poll.jspa?poll=1292

Andrea

Andrew | http://about.me/amauro | http://vinfrastructure.it/ | @Andrea_Mauro
Reply
0 Kudos
Fab75
Enthusiast
Enthusiast
Jump to solution

Quella Qlogic è sicuramente una scheda Indipendent, in quanto viene descritta come iSCSI adapter (Si', la distinzione e' stabilita da vSphere).

Sostanzialmente gli adapter Dipendent normali NICs che  in più offrono TOE e iSCSI offloading; vSphere le riconosce sia come  NIC che come iSCSI hba (al momento ho visto solo le Broadcom 5709, disponibili anche onboard su alcuni server). Sono una soluzione ibrida fra il puro  hardware e il puro software iSCSI initiator: per sfruttarle con iSCSI  devi sempre usare il software initiator, ma certe operazioni verranno svolte dalla scheda.

Non ho riscontri sulle performance, pero' visto che il software  adapter funziona egregiamente (come ti hanno confermato anche Luca e Andrea),  andrei tranquillo se me le trovassi a disposizione.

Reply
0 Kudos
frapposelli
Enthusiast
Enthusiast
Jump to solution

Andrew M ha scritto:

Personalmente preferisco initiator software, sono molto più flessibili e la differenza di prestazioni non è così rilevente (ci sono benchmark condotti da VMware che dimostrano che è quasi pari ad un HBA hardware).

Se inizio a ragionare con HBA iSCSI, allora tanto vale iniziare a ragionare con FC... ma questo apre tutt'altro discorso.

Sono assolutamente d'accordo con Andrea, installare HBA iSCSI non vale assolutamente la pena, la differenza di prestazioni è infima e soprattutto è opinione comune che spariranno dal mercato a breve, visto che molti produttori di schede Ethernet stanno includendo TOE e meccanismi di accelerazione per iSCSI direttamente nelle NIC.

Riguardo il TOE aggiunto, per alcune schede, in vSphere 4.1 al momento ha un difetto non da poco... non supporta i Jumbo Frame (e questi invece possono aumentare le prestazioni).

Qui sono in disaccordo, nella mia esperienza i jumbo frames non valgono quasi mai la candela (a meno di setup particolari che richiedano throughput molto elevati) mentre possono causare molti problemi se l'intero stack network non li supporta più che bene: Storage -> Switch -> Host in quanto i pacchetti vengono frammentati e si vanno a perdere prestazioni oppure switch con poco buffer port che vanno ad abbassare le performance perché non riescono a switchare un alto numero di pacchetti così grandi.

Ciao,

Fabio

Reply
0 Kudos