1 2 3 Previous Next 41 Replies Latest reply on Mar 15, 2012 1:27 AM by lukaam Go to original post
      • 30. Re: Storage esterno o in locale ?
        ldelloca Master
        vExpert

        Cambia però anche il firmware di gestione, e qui le differenze si sentono maggiormente.

        Esempio lampante le librerie VAAI, che sulla P2000 sono disponibili da qualche release mentre IBM nemmeno si sogna. Poi alla fine le meccaniche e il controller soprattutto son sempre quelle, quindi le prestazioni sono praticamente sempre le stesse.

        Per vedere le differenze si deve salire di categoria, come per gli Equallogic citati, ma anche il prezzo inizia a cambiare; oddio, nemmeno più di tanto come qualcuno potrebbe pensare...

         

        Luca.

        • 31. Re: Storage esterno o in locale ?
          lukaam Novice

          Soprattutto per quanto riguarda la garanzia e la spedizione parti di ricambio ho avuto seri problemi con HP, litigare per farsi cambiare le parti, le stesse che arrivano con giorni di ritardo e a volte anche già guaste(soprattutto alimentatori).

          IBM per ora nulla da dire sulla celerità dei contatti dei tecnici e spedizione parti di ricambio.

          • 32. Re: Storage esterno o in locale ?
            lukaam Novice

            Infatti quello che mi interessa maggiormente è il firmware di gestione e la gestione dei guasti e garanzie, motivo per il quale ho abbandonato HP(Parlo solo di server non di storage).

            IBM qualche dubbio sulla qualità dei rilasci firmware me l'ha fatto venire visti i numerosi update sempre da fare e sempre critici.

            Di Dell non sò veramente nulla da questo punto di vista, mai provati in produzione nè server, nè storage,

             

            Luca

            • 33. Re: Storage esterno o in locale ?
              ldelloca Master
              vExpert

              Ho usato qualche volta la serie MD, niente da lamentare. Credo Andrea in quanto partner Dell ti sappia dare opinioni di prima mano migliori.

               

              Riguardo il support, purtroppo ogni vendor ha le sue magagne, e dipende molto dalla nazione e come viene gestita: sento spesso lamenti di HP in Italia, mentre qui da noi in Canton Ticino (quindi sotto la country Svizzera) sono impeccabili da sempre. I partner/distributori poi ci mettono del loro, scaricando sempre sul vendor quasi tutto invece di gestire in modo decente almeno il primo livello...

               

              Dubbio: ma fate sapere tramite gli opportuni canali di questi problemi col supporto? Altrimenti continueranno a essere gestiti male.

               

              Luca.

              • 34. Re: Storage esterno o in locale ?
                lukaam Novice

                Il fatto è che noi siamo un piccolo rivenditore e nonostante lamentele(il nostro titolare riuscì a parlare con un referemente commerciale con molta fatica) non ci considerarono. Il mio titolare li salutò con la promessa che non avremo più venduto HP. Tanto per fare un esempio, anche farsi cambiare un DAT guasto era un dramma, veninano richieste prove su prove e guai se la distribuzione linux non era supportata da loro, non volevano aprire e gestire il guasto. Ma sappiamo benissimo che gli errori di input/output sono quelli per tutte le distro...

                Poi mettiamoci la zona (Grosseto e provincia) che sicuramente era gestita male ma non c'è stato modo di risolvere.

                 

                Con IBM non ci sono stati questi problemi, fino ad adesso ma vedremo in futuro. Siamo andati un pò a fiducia anche perchè siamo rivenditori di software Teamsystem, e loro da anni hanno sempre consigliato ed utilizzato soluzioni IBM.

                 

                Per questo ero incuriosito da come funzionano le cose con Dell, poco tempo fà ci hanno contattato loro offrendo subito un contatto commerciale diretto per informazioni e quotazioni che ancora però non abbiamo preso in considerazione.

                 

                Luca

                • 35. Re: Storage esterno o in locale ?
                  AndreTheGiant Guru
                  vExpert

                  Garantisco che i vari PowerVault MD3xxx vanno benone. Tipicamente per 2-3 nodi di virtualizzazione sono più che sufficienti (anche con 20-40 VMs).

                  Ovviamente poi dipende da carico e tipo di VM.

                  Ma devo essere onesto e vanno bene anche i modelli equivalenti di IBM (conosco varie aziende che usano, ad esempio, i DS3400 senza particolari problemi). Sugli HP ho meno casi, ma non dubito della loro validità.

                   

                  Per l'assistenza non vorrei fare pubblicità promozionale (e quindi non dirò con chi mi trovo bene), ma giustamente casi negativi è opportuno portarli alla conoscenza.

                   

                  Per il firmware va anche detto che se abbinati a licenze Essential+ (o standard) i vari VAAI et simila non possono essere sfruttati... quindi spesso anche sì siamo simili o comunque non differenze particolarmente significative.

                  Interessante su alcuni modelli anche la possibilità di montare i dischi dei server (ma non sempre è ufficialmente supportato).

                  • 36. Re: Storage esterno o in locale ?
                    lukaam Novice

                    Per la soluzione che ho in mente io le prestazioni sarebbero più che sufficienti. Massimo 2 nodi, un pò di carico ma niente che possa impensierire uno storage del genere.

                     

                    Penso di aver capito con chi ti trovi bene e lo terrò a mente nelle prossime chiaccherate con i fornitori!

                     

                    Per quanto riguarda gli hard disk montati su storage di questa fascia, sono linee di produzione totalmente diverse da quelle dei server? Io ho sempre più esperienze di dischi falliti su storage locale dei server e addirittura casi dove le rotture sono multiple e contemporanee.

                     

                    Luca

                    • 37. Re: Storage esterno o in locale ?
                      ldelloca Master
                      vExpert

                      Ciao,

                      le rotture contemporanee purtroppo avvengono perchè i server e gli storage vengono assemblati con le medesime partite di dischi, e se una partita è difettosa l'effetto è sempre di rotture multiple.

                      Riguardo il "riciclo" di dischi da server locali a storage, io ho esperienza diretta tra HP, da dei DL a una P2000, andato via liscio come l'olio, però effettivamente non sono configurazioni spesso supportate dai vendor; unicamente perchè gli stessi dischi per storage vengono venduti a prezzi superiori degli stessi modelli per server....

                      Per IBM, io ho avuto sempre buonissimi riscontri dalle varie serie DS3400/3500, macchine solide, con poche funzioni magari ma tutto sommato adatte per gli ambienti in cui si implementano solitamente.

                       

                      Ciao,

                      Luca.

                      • 38. Re: Storage esterno o in locale ?
                        lukaam Novice

                        Come me la immaginavo io allora! bhe d'altra parte i vendor cercano di differenziare il mercato...

                         

                        Può essere utile pianificare update hardware delle macchine, che sò, annuali, in modo da avere sempre firmware aggiornati? IBM ad esempio è molto pignola su questo aspetto e richiede sempre update firmware all'ultima versione; ma io non sò se è meglio oppure c'è il rischio di andarsela a cercare perchè l'ultimo firmware pubblicato magari ha qualche buco e rischio di peggiorare le cose..

                         

                        E poi è anche un bel problema di tempi, sui server ci vuole anche un'ora per aggiornare tutto e se in produzione c'è solo quella macchina può essere un problema. Sugli Storage doppia testa credo sia meno problematica perchè si aggiorna solo una testa alla volta senza mettere offline la macchina.

                         

                        Luca

                        • 39. Re: Storage esterno o in locale ?
                          ldelloca Master
                          vExpert

                          Non sono mai stato un fanatico dell'ultimissimo firmware a tutti i costi, è però confermato che praticamente TUTTI i vendor, in caso di problemi, come prima attività chiedono di aggiornare all'ultima versione (anche perchè se magari tra le fix c'è quella che riguarda il problema, si evitano lo sbattito).

                           

                          Per poter gestire tutto con tranquillità bisognerebbe avere tutto ridondato, in modo da poter gestire senza patemi i tempi di fermo di ogni componenti, sia i fermi previsti per l'aggiornamento sia eventuali blocchi dovuti a problemi.

                          Per il resto, c'è sempre una percentuale minima di rischio, anche sui firmware per singola testa alla volta, intanto non tutti i vendor ammettono di eseguire le due teste con differenti versioni del firmware se non per il periodo necessario all'aggiornamento, secondo magari alcune magagne si manifestano dopo parecchio (ho ancora in mente i dolori di pancia di un firmware Lefthand che bloccava le lun dopo X giorni nemmeno fosse una time bomb ).

                           

                          Ciao,

                          Luca.

                          • 40. Re: Storage esterno o in locale ?
                            AndreTheGiant Guru
                            vExpert
                            le rotture contemporanee purtroppo avvengono perchè i server e gli storage vengono assemblati con le medesime partite di dischi, e se una partita è difettosa l'effetto è sempre di rotture multiple.

                            Questo è vero e l'ho appurato vari casi.Anche vero che se non capita nei primi 2 gg, poi la probabilità cala (ma giustamante il tempo di MTBF sarà simile).

                            E può essere un'altra ragione per differenziare il tipo di dischi (su questi storage LSI-based si possono mettere tipi di dischi diversi anche senza dover usare "cassetti" diversi).

                            • 41. Re: Storage esterno o in locale ?
                              lukaam Novice

                              A me ad esempio è capitato su una macchina IBM di due anni circa. Parte il primo disco, 24 ore dopo il secondo. Era un Raid 5 tre dischi quindi panico...

                              Fortunamente rimettendo in linea l'ultimo disco fallito ho fatto la rebuild dell'array. Chiaramente errori di file system su una macchina linux, ma alla fine un solo file perso.

                               

                              Ultimamente ho notato che le macchine arrivano spesso con dischi diversi. Hitachi con Seagate oppure Western Digital.

                              Non sò se è solo una coincidenza causa le congiunture negative che ci sono in questo momento nella produzione dei dischi!

                               

                              Luca

                              1 2 3 Previous Next